Notizie Lampo
Home > Recensioni Cosmetici > Confronto Palette Naked e Naked 2 – Urban Decay
confronto-naked

Confronto Palette Naked e Naked 2 – Urban Decay

Alle amanti del makeup, qualora piacessero i colori neutri, sarà sicuramente venuto questo dubbio: compro la palette Naked o Naked 2? Per questo motivo, oggi vi propongo un confronto Palette Naked e Naked 2 di pro e contro della Urban Decay.

Confronto Palette Naked

confronto palette naked e naked 2

Entrambe sono ottime palette, il prezzo è lo stesso, ma non è necessario anzi è superfluo possederne tutte e due. Vediamo dunque cosa cambia tra queste due palette e quale secondo il mio parere è la migliore tra le due se avete determinate esigenze.

Palette Naked (o meglio, l’originale).

Confronto Palette Naked

I colori si chiamano in ordine: Virgin, Sin, Naked, Sidecar, Buck, Half Baked, Smog, Dark Horse, Toasted, Hustle, Creep e Gunmetal.

Dei 12 ombretti della Naked la maggior parte sono shimmer e molto luminosi (10 su 12). Troviamo solo due colori matt all’interno di questa palette: Naked che è un color beige molto chiaro e Buck che è un marroncino toap ideale per le sfumature o per creare prodondità nella piega dell’occhio. Non vi è un nero matt, ma vi è Creep che è un nero immerso in brillantini di ogni colore e poi Gunmetal che è un grigio/argento molto bello. Tutti gli ombretti sono molto molto scriventi e pigmentati. Trovo che ci siano tutti i colori ideali per tutti i giorni, salvo il fatto che non vi sia un nero matt. I colori sono tutti molto particolari e molto portabili.

Il packaging non è molto comodo da portare in viaggio: la confezione si chiude magneticamente ma si può aprire in qualsiasi momento in borsa e il materiale con cui è rivestita è velluto, quindi si sporcherà molto facilmente. All’interno vi è anche uno specchietto e un pennello a lingua di gatto.

Palette Naked 2.

Confronto Palette Naked

I colori in ordine si chiamano: Foxy, Half Baked, Bootycall, Chopper, Tease, Snakebite, Suspect, Pistol, Verve, Ydk, Busted, Blackout.

La Naked 2 segue le orme della sua precedente: anche in questa palette vi sono solo due ombretti matt su 12: in questo caso sono Foxy che è un giallo/beige e Tease che è pressocché uguale al Naked della palette precedente, ovvero un beige marroncino molto chiaro. Chiaramente vi sono colori che la Naked originale non ha, e vi sono colori che ci sono nella Naked originale ma che la 2 non ha. Per esempio, colori molto particolari e belli della Naked 2 che non sono presenti in quella precedente sono Pistol, che è un grigio/argento/tortora veramente particolare e bello, Verve che è un bianco chiaro pieno di brillantini, e poi Ydk che è un bronzo/marrone con un finish super metallizzato. La differenza fondamentale risiede nel fatto che la Naked 2 ha all’interno Blackout, un nero matt.

Parlando di packaging, questo è sicuramente migliore: è una vera a propria scatola che si chiude con più difficoltà e non può aprirsi da sola nelle borse. E’ anche molto più resistente dell’altra. Lo specchio è notevolmente più grande di quello della Naked originale, e vi è un pennello doppio: da una parte un pennello a lingua di gatto da applicazione e dall’altra uno di sfumatura molto buono.

Conclusioni confronto palette Naked

Confronto Palette Naked

 

Entrambe sono ottime palette, ed è veramente difficile scegliere la migliore. L’unico consiglio che posso darvi è di guardare l’uso che volete fare di questa palette. Se volete portarla in giro a tutti i costi ovunque, la Naked originale non fa per voi. Se vi piacciono di più i colori molto particolari, puntate lo sguardo sulla Naked 2.

Se siete amanti dei colori più “normali” e non vi interessa molto del packaging, prendete la Naked originale. In questo confronto palette Naked è quella che preferisco, è ottima, i colori sono fantastici.

I colori, apparte alcuni, si riprendono in tutte e due le palette sotto nomi diversi, ad esempio Virgin è pressocché uguale a Bootycall, Sidecar a Suspect, Naked a Tease, Smog a Snakebite, Dark Horse a Busted e così via. La differenza sostanziale risiede nel nero matt, nel packaging più solido, e nel pennellino. Il mio consiglio è: andate a vederle e paragonatele, guardate l’uso che volete farne e poi decidete. Per me la migliore rimane la Naked originale. Se possedere già la Naked originale, non vale la pena spendere altri 45 euro. Spero che questo confronto palette Naked e Naked 2 vi sia servita!

Entrambe le palette sono reperibili negli store Sephora ed il prezzo è fisso di 44,90 euro. 

 

 

 

 

A riguardo Francesca

Mi chiamo Francesca, vivo a Trieste ed ho 21 anni. Da qualche anno mi sono appassionata al mondo del Makeup e finalmente ho deciso di condividere con voi le mie conoscenze ed i miei esperimenti.

Guarda anche:

apiarium

Prodotti Corpo Apiarium: Recensione

Apiarium è un’azienda di cosmetica Made in Italy molto attenta ai propri clienti, che da …

kiko 3D hydra lipgloss

Kiko 3D Hydra Lipgloss: Recensione

I lipgloss sono dei prodotti che sono andati un po’ fuori moda rispetto agli anni …